Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Sapphire HD4850 Vapor-X: dissipata con tecnologia a camera di vapore - 3) La scheda video da vicino - Parte 2
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Mercoledì 24 Giugno 2009 08:11
Indice
Sapphire HD4850 Vapor-X: dissipata con tecnologia a camera di vapore
1) Introduzione e confezione
2) La scheda video da vicino - Parte 1
3) La scheda video da vicino - Parte 2
4) Caratteristiche tecniche HD4800 e Sapphire HD4850
5) La tecnologia Sapphire Vapor-X
6) Overclock, temperature, test condotti e risultati
7) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

La seconda parte del "servizio fotografico" sulla Sapphire HD4850 Vapor-X è dedicata al disssipatore adottato. La scocca nera in plastica che copre totalmente il PCB della scheda serve in realtà a convogliare l'aria calda posteriormente, verso le feritoie presenti sulla staffa PCI dual slot. L'aria viene prelevata dalla ventola, che raffredda il dissipatore sottostante. Il calore prodotto viene infine indirizzato, tramite appositi canali presenti all'interno della cover in plastica, verso l'uscita posteriore.

Sapphire Vapor-X HD4850

Il sottostante dissipatore è fissato al PCB della scheda tramite quattro viti dotate di molla. Quest'ultima promette una miglior distribuzione del carico e una pressione più uniforme sul die della GPU, a vantaggio di un contatto ottimale con il dissipatore ed uno smaltimento maggiore del calore prodotto.

Sapphire Vapor-X HD4850

La ventola è dotata di 11 pale ed ha un diametro pari a 7,5 centimetri circa; il diametro del blocco in alluminio sottostante è invece pari a 9 centimetri. Nel centro della ventola è stampigliato il logo Sapphire. Per una visione migliore del dissipatore vero e proprio, smontiamo la cover agendo sulle quattro viti nere perimetrali situate subito dopo il bordo cromato.

Sapphire Vapor-X HD4850

La cover, rimossa, resta comunque connessa alla scheda tramite un cavo di alimentazione del led di cui si accennava prima. Ecco il PCB scoperto. Possiamo notare la presenza di ulteriori due bobine situate a sinistra del dissipatore della GPU. Ben visibile, inoltre, il dissipatore lamellare passivo della sezione di alimentazione. La foto seguente ci permette di osservare meglio la struttura del dissipatore: al di sotto della ventola è presente una superficie lamellare in alluminio la cui conformazione delle lamine ci ricorda molto quella dei dissipatori stock Intel. Tale blocco in alluminio è fissato ad una superficie in rame sottostante mediante un "collante" che funge anche da pasta termica.

Sapphire Vapor-X HD4850

Le memorie VRAM, di tipo GDDR3, non sono dissipate ma dovranno accontentarsi del flusso d'aria proveniente dalla ventola. Quasi tutti i chip di memoria sono parzialmente celati al di sotto del blocco di dissipazione in alluminio.

Sapphire Vapor-X HD4850

Di seguito notiamo meglio la struttura del dissipatore della GPU. La parte più interessante è la superficie in rame e ciò che c'è al di sotto: qui è situata la camera di vapore, di cui parlaremo a breve.

Sapphire Vapor-X HD4850



Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.