chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Gli italiani passano in media 7 giorni l’anno a rispondere alle mail

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

sms email

Nokia ha pubblicato i risultati di una ricerca condotta in 7 Paesi nel mondo che rivela che la maggioranza delle persone preferisce la posta elettronica per inviare o ricevere informazioni importanti, invece del SMS o delle telefonate, dedicando all'e-mail molto tempo.

Secondo Andrea Facchini, direttore marketing di Nokia Italia, lo studio ha dimostrato che il 56% degli italiani intervistati spendono più di mezza ora al giorno a rispondere alle mail e che in media ne ricevono quotidianamente oltre 20. In un anno sono quindi oltre 7 le giornate lavorative dedicate alla gestione della posta elettronica. Circa metà della popolazione (50%) sceglie la posta elettronica invece delle telefonate o degli SMS per inviare e ricevere informazioni importanti lavorative o personali, ma il 48% ammette di leggere solo le mail di cui conosce il destinatario.

Anche se le e-mail di lavoro vengono classificate tra i messaggi più importanti, non rappresentano necessariamente i messaggi più urgenti a cui rispondere. Secondo la ricerca Nokia, la metà degli intervistati (49%) considera prioritario rispondere al proprio partner rispetto al proprio capo o manager (29%), ai colleghi (23%) e persino ai clienti (31%).

La ricerca è stata commissionata per analizzare i vari fattori che influiscono sul modo di rispondere a diversi argomenti e situazioni. Oltre alla ricerca, una campagna online sul sito http://www.nokia.com/responsiveness invita le persone di tutto il mondo a rispondere a vari temi e a lasciare commenti da TED fellows. E’ disponibile anche un esame dell’utilizzo della mail nelle singole regioni italiane. Eccolo di seguito.

  • Ricerca condotta da: ICM
  • Base campione globale: 7,826
  • Base campione Italia: 1,000
  • Proporzione dei sessi: 499 uomini / 501 donne
  • Sondaggio condotto in 7 paesi: Regno Unito, Russia, Sud Africa, Emirati Arabi Uniti, Spagna, Italia, Singapore

L’e-mail costituisce oggi la forma di comunicazione prevalente in Italia, preferita dalla metà degli intervistati (50%) che la scelgono per contattare amici e colleghi, seguono il telefono (36%) e gli SMS (9%).

L’E-mail Responsiveness Study è stato realizzato da Nokia in Italia e in altri sei paesi del mondo per analizzare i fattori che influiscono sul modo in cui le persone rispondono a un'e-mail rispetto ad un'altra e a come gestiscono le centinaia di e-mail inviate e ricevute ogni settimana.

Secondo i risultati, il 56% degli intervistati italiani impiega fino a mezz'ora al giorno per rispondere alle e-mail e la maggior parte di essi (57%) riceve fino a 20 e-mail al giorno. In media, gli italiani impiegano fino a sette interi giorni all'anno per rispondere alle e-mail. Oggigiorno l’e-mail rappresenta un mezzo di comunicazione fondamentale sia nella vita privata, sia in quella professionale. La ricerca rivela semplicemente la porzione del giorno trascorsa a leggere e rispondere alle e-mail. Tali tempi di risposta possono essere sensibilmente ridotti grazie alla mobile e-mail di Nokia, che consente di gestire più facilmente la vita sociale e di rendere più efficienti le situazioni lavorative.

email

Dati principali Italia:

  • Il 48% degli intervistati in Italia legge un’e-mail esclusivamente se conosce il mittente.
  • Il 61% degli italiani legge tutte le e-mail di lavoro che riceve (la percentuale più alta di tutti i paesi inclusi nello studio), ma il 12% ammette di leggere soltanto quelle più importanti.
  • Il 12% degli italiani privilegia la lettura delle e-mail legate alla propria vita sociale rispetto a quelle professionali.
  • Oltre metà degli intervistati (54%) risponde più rapidamente alle e-mail di lavoro, seguite dalle risposte al partner (47%), poi agli amici (44%) e infine ai familiari (13%). Le risposte al padre risultano ultime: solo il 6% delle persone attribuiscono priorità di risposta a questo tipo di e-mail.
  • L’Italia è l'unica, insieme ad un altro paese, in cui gli intervistati ammettono di scegliere la lettera come forma di risposta a una comunicazione.

FONTE: Comunicato Stampa Nokia Italia

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: