chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Due software infallibili per recuperare le foto dalla schede di memoria danneggiate

Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 

Photo Recovery

Non un breve articolo bensì un tutorial nell'utilizzo dei due principali software gratuiti per il recupero dei file smarriti dalle schede di memoria delle nostre fotocamere digitali. Parliamo dei tool Smart Recovery e Photorec, testati personalmente e il cui esito è riportato di seguito.

Sebbene questa spiacevole situazione capiti (di norma) raramente, quando accade... sono dolori. Parliamo della perdita causata, magari, dall'improvviso rifiuto, da parte della macchina fotografica o dal lettore di schede di memoria del nostro PC, nel riconoscere la memory card contenente tutte le nostre foto. A volte, ad esempio, accade che improvvisamente la stessa macchina fotografica, ad un certo punto, si rifiuti di registrare le foto scattate nella scheda di memoria in quanto non riesce più ad accedervi, la rileva come danneggiata o, peggio ancora, non la rileva affatto.

Prima di arrabbiarci e darci per vinti, rinunciando ai nostri preziosi scatti ed accettandone amaramente la perdita, è bene sapere che dovremmo tentare di intraprendere una strada che quasi sempre ci consente di recuperare ciò che apparentemente sembra oramai perduto. Si tratta di soluzioni software capaci di analizzare la scheda di memoria apparentemente senza vita e cercare di recuperare tutti i file recuperabili da essa. Spesso questi potenti tool sono capaci di riconoscere addirittura il contenuto di schede di memoria la cui struttura del file system è irrimediabilmente corrotta. Tratteremo l'analisi di due soluzioni software: PC Inspector Smart Recovery e Photorec.

Non vi nascondo che questo articolo, insieme alla volontà di voler affrontare l'argomento in maniera approfondita e (si spera) risolutiva, deriva proprio da un problema che ho avuto qualche giorno fa con una scheda di memoria contenente diverse decine di scatti a me molto cari. Anche per questo motivo, avendo provato direttamente entrambe le soluzioni, potrò fornirvi le mie impressioni d'uso ed effettivamente il livello di affidabilità nel recupero che essi sono in grado di offrire.

 

Smart Recovery

Smart Recovery, prodotto dal brand PC Inspector, è un valido programma per il recupero di dati da diversi formati di memory card e in generale da tutti i supporti di memorizzazione dati per fotocamere digitali. Tra essi menzioniamo: Flash Card, Smart Media, SONY Memory Stick™ IBM Micro Drive, Multimedia Card, Secure Digital Card.

Se avete cancellato immagini, files video o audio dal supporto, formattato o estratto il supporto durante l'accesso per la scrittura Smart Recovery ricostruisce da solo i dati in modo veloce, semplice e del tutto sicuro. Il software è compatibile con tutti i sistemi operativi Windows (Win 9x, ME, NT 4.0, XP e Windows 2000) e supporta sia processori Intel che AMD. In realtà, sebbene il produttore non assicuri la compatibilità con Vista, ribadendo altresì che al momento non è in programma lo sviluppo di un aggiornamento software per assicurarne la compatibilità, ho potuto constatare personalmente che il programma funziona egregiamente anche sull'ultimo sistema operativo Windows. In particolare, è necessario impostare la modalità compatibilità per Windows XP ServicePack2 ed avviare il software con i privilegi amministrativi: facendo questo scompariranno eventuali problemi che impediscono l'avvio del software su Vista (tra cui un fantomatico riferimento a librerie corrotte/danneggiate).

PC Inspector Smart Recovery è considerato talmente affidabile che spesso si trova già preinstallato in molte fotocamere digitali pregiate. Un vanto del tool di recupero è la compatibilità con molteplici formati: .jpg, .tif, .amr, .bmp, .gif, Canon .crw , Fuji .raf , RICOH .raw, Olympus .orf (E-XX), Olympus .orf (C5050), Kodak .dcr, Minolta .mrw, Nokia 3gp, Nikon .nef (D1H/D1X), Nikon .nef (D2H/D2X), Nikon .nef (E5000/E5700), Sigma - Foveon .x3f, mp4, QuickTime .mov (Konica Minolta). È inoltre possibile recuperare files video in formato .avi, QuickTime .mov e files audio in formato .wav, .dss
PC Inspector SmartRecovery

Una volta scaricato il programma da QUESTO link (selezionando la lingua d'uso e il protocollo tramite cui eseguire il download -ftp o http-), è necessario avviare una procedura di installazione molto rapida cliccando sull'eseguibile appena scaricato. Una volta terminata l'installazione il software occupera sul nostro hard disk solamente 1,18MB circa.

Per poter recuperare i dati della scheda di memoria è necessario soltanto un Lettore Schede (Card Reader / Writer); il software ha accesso sul supporto con la funzione di sola lettura (READ ONLY). In questo modo è assicurato il fatto che non possono essere apportate delle modifiche al supporto stesso. Grazie ad un procedimento messo a punto da CONVAR ed incluso nel brevetto, i dati vengono letti e preparati dal supporto per memorizzazione dati. Le foto, i files video o audio ricostruiti vengono immediatamente immagazzinati nella directory prescelta. Smart Recovery  facilissimo da usare. Dopo aver avviato il software, occorre scegliere il supporto e premere "start"; l'utility penserà a tutto il resto.

Ecco l'interfaccia principale dell'applicativo. E' necessario specificare il drive dal quale tentare il ripristino, quindi scegliere da un menu a tendina il tipo di file da ripristinare (eventualmente specificando un resize) ed infine scegliere la directory entro cui memorizzare ogni file recuperato dal programma. A questo punto è necessario cliccare su "Avvio" e dare al programma qualche minuto (circa 5 minuti nel caso di una memory card da 512MB) per effettuare le dovute analisi e tentare il ripristino.

PC Inspector SmartRecovery

Tra le opzioni avanzate abbiamo a disposizione la possibilità di far eseguire a Smart Recovery una scansione più approfondita, scegliendo "Modalità intensiva", per cercare di recuperare file che il software non riesce a rilevare in "Modalità rapida". Addirittura, se il supporto rilevato risulta effettivamente danneggiato, è il programma stesso a consigliarci di optare per la modalità intensiva.

PC Inspector SmartRecovery

 

PhotoRec

PhotoRec è invece un'utility no install facente parte della suite TestDisk. Una volta effettuato il download del programma da QUESTO link, è necessario scompattare l'archivio compresso scaricato, recarci nella cartella "win" ed eseguire l'applicativo photorec_win.exe. Il software è quindi no install: una volta scaricato basta decomprimere l'archivio compresso per ottenere una cartella da 2,56MB circa.

Anche questo programma è un software per il ripristino dei file particolarmente specializzato nel recupero di video, documenti, immagini e archivi da hard disk, schede di memoria e CD. Un pregio di questo software è rappresentato dal fatto di ignorare la struttura del file system e procedere ad un recupero ancora più a basso livello: ciò significa che l'utility consente di ottenere risultati apprezzabili anche nel caso in cui il file system risulti corrotto, particolarmente danneggiato o formattato.

Il programma, così come SmartRecovery, è free. In particolare PhotoRec è un'applicazione multi piattaforma OpenSource distribuito sotto licenza pubblica GNU. PhotoRec fa parte di TestDisk, un'applicazione per il ripristino delle partizioni perse su una vasta gamma di file system e inoltre consente di rendere nuovamente avviabili dischi non più "bootable".

Anche PhotoRec utilizza un accesso in sola lettura al drive. E' comunque importante non continuare a salvare ulteriori file quando ci accorgiamo di averne persi alcuni: capita infatti che i nuovi file vadano a posizionarsi in locazioni occupate dai file precedentemente danneggiati che vorremmo recuperare, e ciò spesso azzera le possibilità di recupero in quanto rende effettiva una cancellazione inizialmente solo di tipo logico.

Photorec

PhotoRec supporta i sistemi operativi DOS/Win9x, Windows NT 4/2000/XP/2003/Vista, Linux, FreeBSD, NetBSD, OpenBSD, Sun Solaris e Mac OS X. Il programma può recuperare i file da partizioni con file system FAT, NTFS, EXT2/EXT3 e HFS+. Il programma è stato testato con successo su diversi media player portatili tra i quali l'iPod e le seguenti fotocamere digitali: Canon EOS300D, 10D; HP PhotoSmart 620, 850, 935; Nikon CoolPix 775, 950, 5700; Olympus C350N, C860L, Mju 400 Digital, Stylus 300; Sony Alpha DSLR, DSC-P9; Praktica DCZ-3.4; Casio Exilim EX-Z 750.

I formati riconosciuti dei file ripristinabili sono più di 180, raggruppati in 100 "famiglie". Tra essi menzioniamo ZIP, formati Office, PDF, HTML, JPEG ed altri formati per file grafici.

Purtroppo il programma è unicamente avviabile e utilizzabile da linea di comando, tuttavia dopo aver familiarizzato saremo pronti a comprendere come utilizzarlo sfruttandone tutte le sue potenzialità. Ricordiamo che in finestre stile DOS il mouse non è riconosciuto e dovremo agire quasi unicamente con i quattro tasti direzionali e l'Invio.

Photorec

Dopo aver richiesto qualche informazione necessaria (tra cui drive da cui effettuare il ripristino, tipo di file system...), il programma eseguirà il ripristino inserendo i file in output recuperati in una directory precedentemente consigliata dall'applicativo stesso.


Il verdetto

Entrambi i software hanno permesso di recuperare praticamente la totalità del lavoro perduto, tra cui alcuni file precedentemente rimossi dalla scheda di memoria (quando ancora funzionava...) in quanto non più necessari. Sebbene Photorec sia più veloce nel processare e recuperare i file danneggiati, il programma ha recuperato 64 file persi contro i 71 rilevati da Smart Recovery. Tra i 64 file, però, ce n'era uno che Smart Recovery non era stato in grado di individuare. Il mio consiglio è quindi quello di provarli entrambi e, una volta ottenuti i file ripristinati, effettuare un controllo incrociato per mettere insieme i file ripristinati sia da un tool che dall'altro.

Grazie a entrambi i software è stato possibile salvare le foto in formato JPEG da una scheda di memoria che non venivapiù in alcun modo riconosciuta nè dalla fotocamera digitale entro cui era installata nè tantomeno dal computer, che richiedeva addirittura la formattazione dell'unità. Dopo aver ripristinato il nostro lavoro, poichè la memory card continuerà a non essere riconosciuta, procediamo con una formattazione approfondita che include anche il check disk per bloccare i settori danneggiati: quasi sempre questa procedura consente di riportare in vita il supporto di memoria, salvo danni ben peggiori di una "semplice" corruzione del file system...

Commenti (4)add comment
0
Gino Lollobrigido: ...
Grazie, sei stato una salvezza. smilies/grin.gif
1

ottobre 31, 2009
62
admin: ...
Dovere smilies/smiley.gif
2

novembre 01, 2009
0
Lorenzo: ...
Ciao...
Con Photorec scansionando la SD non mi trova nessun file come mai?
grazie
3

luglio 08, 2013
0
vero: ...
Ciao! Ho un problemone: la mia macchina fotografica digitale sta dando i numeri e mi ha danneggiato tutte le foto presenti sulla sd. Ho letto il tutorial per recuperare i file ma i programmi da te consigliati non funzionano sul mio Tablet (Samsung galaxy note 10). Come posso fare?? Sono disperata, ho perso tutte le foto della mia vacanza! Grazie
4

marzo 24, 2015

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: