chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Google Wallet: il portafoglio e le carte di credito nello smartphone

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Google Wallet

In futuro l'uso di contante e/o carte di credito potrebbe essere rivoluzionato. Gli smartphone, che rendono oggi spesso superfluo l'uso di un PC, di una telecamera, di un lettore musicale,... presto potrebbero "uccidere" anche il portafogli. Nasce Google Wallet: pagamenti tramite NFC.

Google si allea con Citi, MasterCard, First Data e Sprint. L'obiettivo? Trasformare il proprio smartphone di ultima generazione (anche) in un portafogli virtuale con la tecnica del "tap and pay", meglio conosciuta come NFC.

Il progetto si chiama Google Wallet, è un'applicazione Android che permette, se installata su telefoni cellulari con supporto alla tecnologia NFC, di rendere il proprio smartphone un vero e proprio sistema istantaneo di pagamento nei negozi, un'opportunità per rafforzare il rapporto con i clienti offrendo una esperienza di shopping più veloce e facile con offerte importanti, promozioni e premi fedeltà.

E' la nuova generazione del commercio mobile secondo Google. L'avvio di un ecosistema del commercio che per la prima volta permette di pagare con un "portafogli NFC".

Al momento la tecnologia Google Wallet è entrata in fase di test sul campo circa quattro mesi fa ed è appena stata lanciata ufficialmente. Trattandosi di una tecnologia neonata e ancora poco nota e diffusa, ci sono alcune limitazioni. Innanzitutto è disponibile soltanto con l'operatore telefonico statunitense Sprint, supporta al momento unicamente lo smartphone il Nexus S 4G e per ora sono supportate solo carte Mastercard.

Non si tratta però di una restrizione a vita: già mesi fa Google e i suoi attuali partner per il progetto Wallet hanno caldamente invitato banche, reti di pagamento, operatori telefonici, punti vendita e produttori di telefoni cellulari ad unirsi all'iniziativa.

A dire il vero MasterCard (formula PayPass Citi) non è l'unica forma di pagamento ad oggi disponibile. L'applicazione, che promette di fornire in futuro un supporto completo a diverse carte di credito che sarà possibile selezionare graficamente tramite interazione con il touchscreen del nostro smartphone, supporta anche le carte prepagate Google Prepaid.

Guardatelo in azione in questo video ufficiale realizzato da Google nell'ambito di una campagna di pubblicizzazione del prodotto:

I possessori (americani) di carte MasterCard possono sincronizzare la carta "reale" con l'applicazione tramite il servizio crittografato First Data, oppure ricaricare la Google Prepaid card con qualunque carta di credito.

La comodità di Google Wallet è proprio nell'utilizzo della tecnologia Near Field Communication (NFC) che rende i pagamenti sicuri, rapidi e comidi tramite semplice tocco del telefono con un terminal che supporta la tecnologia PayPass, al momento in via di diffusione non soltanto nelle attività commerciali ma anche, ad esempio, nei taxi.

La prima problematica che secondo molti potrebbe sorgere è certamente quella legata alla sicurezza. Quanto un servizio come Google Wallet, che si occupa di trasferire fondi, possa risultare effettivamente affidabile, sicuro e ben protetto? Da Mountain View promettono una efficace blindatura contro i malintenzionati: Wallet è progettato per offrire pagamenti sicuri e va oltre le tradizionali possibilità offerte dal contante e dalle carte di credito. L'applicazione richiede uno specifico PIN e nella sua prima release tutti i pagamenti e relative credenziali di carte di credito verranno criptati ed archiviati in un chip, chiamato "secure element", che è separato dalla memoria del dispositivo Android e unicamente accessibile da parte di programmi autorizzati.

Il CEO di Citi, banca americana piuttosto nota, è entusiasta della partnership con Google perchè dimostrazione del fatto che una banca possa anch'essa prendere parte alla sfida del digitale, guardando ai "mobile payments" come un concetto in continua (seppur al momento embrionale e primordiale) evoluzione per l'utilizzo di massa.

Google Wallet può essere considerato un sistema di pagamento universalmente riconosciuto e abilitato in tutta America: poggiandosi sul network MasterCard PayPass, un servizio per punti vendita che consente ai cliente di "tappare" e pagare, può essere accettato in più di 124.000 punti vendita nazionali e più di 311.000 mondiali.

Google Wallet

Google è al lavoro anche su un altro fronte, quello dei brand top-retail e delle compagnie che offrono punti di acquisti per creare una esperienza di shopping singleTap. I clienti saranno in grado di pagare un oggetto da acquistare con una carta di credido ma anche con carte regalo, promozioni da riscattare o punti fedeltà guadagnati. Per lo sviluppo di questi sistemi di punti vendita di prossima generazione, Google è al lavoro con brand come VeriFone, Hypercom, Ingenico, VIVOTech. I punti vendita retail in cui Wallet è utilizzabile sono American Eagle Outfitters, Bloomingdale’s, Champs Sports, The Container Store, Duane Reade, Einstein Bros. Bagels, Foot Locker, Guess, Jamba Juice, Macy’s, Noah's Bagels, Peet’s Coffee & Tea, RadioShack, Subway, Toys“R”Us e Walgreens.

I primi test sul campo messi a punto da Google sono stati focalizzati su New York e San Francisco, dove molti venditori, distributori di Coca Cola e tassisti utilizzano il sistema PayPass, senza dimenticare i maggiori outlet americani. La compatibilità è in continua crescita grazie all'intervento di First Data, leader globale nel commercio elettronica e nel processo dei pagamenti.

Per incentivare l'utilizzo di Google Wallet, sono state collaudate diverse iniziative. Ad esempio, uno sconto del 20% per un nuovo paio di scarpe scoperte attraverso la rete di ricerca pubblicitaria di Google, 5$ di coupon all'ingresso di un negozio, l' "affare del giorno" che offre una decina di dollari da spendere nei pressi di un ristorante sito nei pressi dello store.

Google Wallet si basa su un ecosistema di commercio aperto: al cliente la scelta della carta di credito da associare all'applicazione. La prima release è disponibile per il Nexus S 4G su rete Sprint. La compatibilità verrà estesa in seguito anche con altri dispositivi muniti di tecnologia NFC.

In un mercato contemporaneo, in cui si parla sempre più di tracciabilità dei pagamenti e normativa in materia di anti-evasione che risulti veramente efficace, ipotizzare un futuro (chissà quanto remoto) basato unicamente (o quasi) sul pagamento digitale a discapito del più "libero" contante potrebbe rivelarsi una sfida interessante e, perchè no, vincente.

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: