chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

iOS 5, iCloud e OSX Lion: incredibile cocktail di software all'Apple WWDC 2011

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Apple_WWDC_2011_iOS5_iCloud_Lion

Steve Jobs e un team di manager Apple hanno dato il via all'annuale WWDC 2011 con un keynote tenutosi e conclusosi ieri. Tante le novità di cui Jobs e i suoi hanno discusso, essenzialmente software di prossima generazione: OS X Lion, iOS 5 e l'inedito iCloud. Ecco i principali dettagli dell'evento.

Grande attesa e tanta sorpresa per l'annuale Worldwide Developers Conference di Apple che si è tenuta anche quest'anno nella giornata di ieri alle ore 10 del mattino. Stavolta, niente nuovi dispositivi hardware come qualcuno ipotizzata (si puntava ad un nuovo presunto iPhone 4S o 5), ma unicamente software.

Forse una prova del fatto che, una volta stabilite nuove specifiche hardware, grandi <<improvement>> nel software possono dar luogo ad un'esperienza utente di qualità sempre superiore, senza dover necessariamente giustificare questa dote -di grande importanza per ogni software/hardware house- necessariamente con il debutto di nuovo hardware.

C'è tempo per un nuovo iPhone, dunque. Mentre i tempi sono maturi, finalmente, per svelare a tutto tondo le ultime idee di casa Apple che gli ingegneri hanno tradotto in codice sorgente, mentre Jobs e il suo team del WWDC 2010 in molte standing ovation da parte della platea.

Apple_WWDC_2010

Sono tre le grosse novità già annunciate e di cui si è ampiamente discusso al keynote: in primo luogo Lion, l’ottava importante release di Mac OS X; iOS 5, la nuova versione dell’evoluto sistema operativo mobile alla base di iPad, iPhone e iPod touch; e iCloud, l’offerta di servizi cloud in arrivo da Apple.

Apple_Mac_OSX_Lion

Mac OS X Lion significa oltre 250 nuove funzioni e 3000 nuove API per gli sviluppatori, sarà disponibile a luglio come download dal Mac App Store a €23,99. Davvero tante le novità, ma ecco le più salienti.

Innanzitutto, i nuovi gesti Multi-Touch e le animazioni fluide integrate in Lion consentono di interagire direttamente con i contenuti a video, per un utilizzo ancor più intuitivo del Mac.

Le app a schermo intero sfruttano ogni pixel del display e sono ideali per leggere le e-mail, navigare sul web o sfogliare le foto, in particolare su MacBook Air o MacBook Pro.

Mission Control combina Exposé, le app a schermo intero, Dashboard e Spaces in un’esperienza unificata per una visione d’insieme su tutte le applicazioni e finestre aperte del Mac. Con un semplice gesto, la Scrivania fa uno zoom all’indietro per mostrare tutte le finestre aperte raggruppate per app, le miniature delle applicazioni a schermo intero e Dashboard, e con un tap si può passare all’istante da un punto all’altro del Mac.

Con Launchpad, tutte le applicazioni del Mac appaiono in un fantastico layout a tutto schermo. Si possono così organizzare le app in qualsiasi ordine, o in cartelle, e sfogliare un numero infinito di pagine di applicazioni per trovare quella desiderata. Lion include anche un’applicazione Mail interamente riprogettata con un elegante layout widescreen. Queste ultime due funzionalità ricalcano in toto l'usabilità e la veste grafica a cui gli utenti di iOS 4 sono già abituati.

Altre novità di Lion includono il Resume (riapertura delle applicazioni al punto esatto in cui erano quando si riavvia il Mac o quando si chiude e riapre un’app), Auto Save (salvataggiio in automatico dei documenti su cui si sta lavorando), Versions (che registra automaticamente la cronologia dei documenti mentre li si crea e offre una modalità intuitiva per navigare, ripristinare e persino copiare e incollare da versioni precedenti) ed AirDrop (trova i Mac nelle vicinanze e configura in automatico una connessione wireless peer-to-peer per facilitare il trasferimento dei file).

Apple_iOS_5

iCloud a parte, forse la più succosa novità di questo keynote riguarda il nuovo iOS 5, il celebre sistema operativo mobile Apple per dispositivi della Mela portatili. Disponibile per tutti gli utenti di iPhone, iPad e iPod touch in autunno. Tra le nuove funzioni di iOS 5, la più applaudita riguarda un nuovo sistema di gestione delle notifiche, che pone fine alla fastidiosa comparsa di finestre pop-up a schermo che interrompono, seppur per pochi istanti, il lavoro dell'utente.

Con iOS 5 e iCloud, è sufficiente inserire Apple ID e password: iCloud si integrerà con le app dell’utente, che potrà così tenere perfettamente sincronizzati e-mail, contatti, calendari, foto, applicazioni, libri, musica e altro ancora, in automatico e in wireless su tutti i suoi dispositivi, e senza dover neppure collegare un computer.

Notification Center offre agli utenti di iOS 5 un modo innovativo di accedere con semplicità a tutte le notifiche - messaggi di testo, chiamate perse, appuntamenti, avvisi delle app, ecc. - in un unico luogo e da qualsiasi punto del sistema. Quando arrivano, le notifiche appaiono per un attimo nella parte superiore dello schermo, senza interrompere né disturbare l’utente. Basta scorrere per vedere tutte le notifiche, e con un tap si accede direttamente all’applicazione interessata. Le notifiche appaiono anche sulla schermata di blocco, e anche da qui basta sfiorare per accedere all’app che ha ricevuto la notifica.

Safari con iOS 5 fa un altro passo avanti. Le nuovi funzioni includono Safari Reader, che rimuove tutte le distrazioni e imposta le dimensioni del font più adatte per la pagina web, così gli utenti possono scorrere e leggere facilmente la storia che li interessa; Reading List, per salvare gli articoli che si desidera leggere in seguito (sincronizzati in automatico su tutti i dispositivi iOS dell’utente); e Tabbed Browsing, per scorrere tra più pagine web sull’iPad.

iOS 5 offre l’integrazione con Twitter: basta accedere, e si può ‘tweetare’ direttamente da tutte le app compatibili, tra cui Immagini, Fotocamera, Safari, YouTube e Mappe, con un tap. Le nuove API offrono agli sviluppatori di terze parti la possibilità di sfruttare l’accesso singolo per le proprie app iOS 5.

iMessage in iOS 5 estende il servizio di messaging dell’iPhone a tutti i dispositivi iOS: iPhone, iPad e iPod touch. Integrato direttamente nell’app Messaggi, iMessage consente di inviare facilmente messaggi di testo, foto, video o informazioni di contatto a una persona o a un gruppo di persone su altri dispositivi iOS 5 via Wi-Fi o 3G. I messaggi vengono trasferiti in automatico a tutti i dispositivi iOS 5 dell’utente, che potrà così proseguire una conversazione dall’iPhone, dall’iPad o dall’iPod touch. iMessage include anche le notifiche di consegna e lettura, indicazione per la digitazione e codifica end-to-end sicura.

La nuova app Reminders aiuta gli utenti a gestire i propri impegni, a creare e raggruppare le attività correlate, e a impostare avvisi e promemoria basati su orari o luoghi specifici, oltre a priorità e date di scadenza, così da ricordarsi degli impegni in prossimità della scadenza oppure quando si arriva o si parte da una specifica località. I promemoria Reminders possono essere visualizzati anche in iCal e Outlook e vengono aggiornati automaticamente.

Le nuove funzioni delle app Fotocamera e Immagini offrono accesso immediato alla videocamera direttamente dalla schermata di blocco, e per scattare una foto al volo basta usare il tasto del volume. La griglia opzionale aiuta a inquadrare il soggetto, mentre basta un tocco per bloccare la messa a fuoco e l’esposizione. La nuova app Immagini consente di tagliare, ruotare, migliorare, rimuovere gli occhi rossi e organizzare le foto in album direttamente dal dispositivo, per condividerle ovunque ci si trovi.

Con la nuova funzione PC Free, infine, gli utenti di iOS 5 potranno attivare e configurare il proprio dispositivo iOS all’istante senza bisogno di computer, e gli aggiornamenti software del sistema vengono distribuiti over-the-air e installati con un tap. Wi-Fi Sync in iOS 5 trasferisce ed esegue il backup dei contenuti in maniera sicura via SSL e sincronizza in wireless i contenuti acquistati dal dispositivo alla libreria iTunes.

Apple_iCloud

Terza grande novità bolle in pentola, e si tratta di qualcosa di davvero nuovo per Apple: un approccio orientato al cloud computing. Il concetto si chiama iCloud, disponibile in autunno, un set di nuovi servizi cloud gratuiti che funzionano perfettamente con le applicazioni dei propri iPhone, iPad, iPod touch, Mac o PC per archiviare in automatico e in wireless i contenuti in iCloud e, sempre in automatico e in wireless, trasmetterli a tutti i propri dispositivi. Quando si apporta una modifica su uno dei dispositivi, tutti gli altri vengono aggiornati in wireless quasi all’istante.

App Store e iBookstore scaricano ora le app iOS e i libri acquistati su tutti i dispositivi dell’utente e non soltanto su quello con cui sono stati acquistati. Inoltre App Store e iBookstore consentono ora di vedere la cronologia degli acquisti, e toccando l’icona di iCloud si potranno scaricare app e libri su qualsiasi dispositivo iOS (fino a 10 dispositivi) senza costi aggiuntivi.

iCloud Backup esegue il backup automatico e sicuro dei dispositivi iOS su iCloud ogni giorno via Wi-Fi quando si ricarica l’iPhone, l’iPad o l’iPod touch. I contenuti salvati possono comprendere la musica, le app e i libri acquistati, le foto e i video nel Rullino, le impostazioni del dispositivo e i dati delle app. Se si cambia dispositivo iOS, basta inserire Apple ID e password durante la configurazione e iCloud ripristinerà il nuovo dispositivo.

iCloud Storage archivia in modo perfetto tutti i documenti creati usando le API iCloud Storage, e li trasferisce in automatico a tutti i dispositivi dell’utente. Quando si modifica un documento su qualsiasi dispositivo, iCloud applica automaticamente le modifiche a tutti gli altri. Le applicazioni Pages, Numbers e Keynote di Apple sfruttano già i vantaggi di iCloud Storage. Gli utenti hanno a disposizione fino a 5GB di spazio di archiviazione per posta, documenti e backup.

Apple è pronta a lanciare iCloud sui suoi tre data center, incluso il terzo recentemente completato a Maiden, Carolina del Nord. Apple ha investito oltre 500 milioni di dollari nel data center di Maiden per rispondere al meglio alla domanda prevista di servizi iCloud gratuiti.

Apple_WWDC_2011_iOS5_iCloud_Lion_Steve_Jobs

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: