chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!




Visits counters

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1873
mod_vvisit_counterIeri2093
mod_vvisit_counterQuesta settimana8157
mod_vvisit_counterScorsa settimana17183
mod_vvisit_counterQuesto mese55482
mod_vvisit_counterScorso mese89882
mod_vvisit_counterGlobali5814113

Siti Amici

Arctic Cooling Accelero Xtreme Plus: silenziosamente efficace. Test su GTX465 - 1) Introduzione; confezione e contenuto

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Indice
Arctic Cooling Accelero Xtreme Plus: silenziosamente efficace. Test su GTX465
1) Introduzione; confezione e contenuto
2) Il dissipatore AC Accelero Xtreme Plus da vicino
3) Caratteristiche tecniche principali
4) Procedura di installazione
5) Test condotti e risultati ottenuti
6) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

Accelero Xtreme Plus è un nuovo dissipatore proposto da Arctic Cooling in abbinamento alle più "focose" schede video attualmente disponibili sul mercato dell'informatica. Si tratta, nello specifico, di una potenziata soluzione di dissipazione ad aria derivante dal primo modello Accelero, adatto a schede video di fascia medio-alta dell'epoca. Oltre a buone prestazioni, Accelero è stato da sempre sinonimo di silenziosità operativa; come se ciò non bastasse, la pratica di abbinarlo a soluzioni di fascia bassa ed utilizzarlo in configurazione fan-less è stata abbastanza diffusa.

Una delle insicurezze che personalmente ho riposto in alcune delle soluzioni dissipative Arctic Cooling riguardava la fragilità del sistema di ritenzione: staffe metalliche facilmente flessibili oltre una certa soglia con potenziali problemi relativi ad una robusta tenuta del dissipatore. Ciò può sfociare in un duplice problema: scarsa pressione di contatto e, nel caso di dissipatori piuttosto pesanti e gravosi per il PCB, rotazioni rispetto all'asse di installazione.

Probabilmente più che un sentore questo aspetto ha rappresentato una realtà per Arctic, che ha lavorato per la messa a punto di alcuni dei suoi prodotti: primariamente offrendo revision aggiornate con staffe di installazione potenziate; in secondo luogo dando vita a prodotti completamente nuovi muniti addirittura di diversi set di "retention bracket" a seconda dello specifico socket di abbinamento.

Una certa estremizzazione del sistema di ritenzione che ha introdotto un fattore di attenzione maggiore nell'acquisto di nuovi prodotti Arctic Cooling: in alcuni casi, è infatti necessario acquistare il dissipatore ed anche un accessorio contenente lo specifico sistema di ritenzione per il socket (della VGA) in nostro possesso.

 

E' questo il caso dell'Arctic Cooling Accelero Xtreme, che recensisco per voi in questo articolo. Procediamo per gradi e iniziamo, come di consueto, con rapidi cenni sulla confezione del prodotto. E' in classico stile Arctic Cooling; niente cartone ma soltanto plastica trasparente modellata ad-hoc per poter contenere il dissipatore. L'aspetto di compatibilità estesa a diversi prodotti è stato esaltato con uno sticker che, al contempo, informa circa le performance di dissipazione e la bassa rumorosità durante l'utilizzo.

Arctic_Cooling_Accelero_Xtreme_Plus

Posteriormente, la confezione reca le principali caratteristiche tecniche del prodotto, una sintetica panoramica sulle funzionalità offerte e -importantissimo- una schemattizzazione dei kit di compatibilità da acquistare separatamente in funzione della scheda video in nostro possesso.

Arctic_Cooling_Accelero_Xtreme_Plus

Cosa troviamo nella confezione di vendita? Oltre al dissipatore, con una staffa di default preinstallata (che andrà rimossa nell'utilizzo in accoppiata con la SPECIFICA staffa e controstaffa di cui sopra), abbiamo a disposizione un manuale di installazione, un adattatore 3pin-->molex per regolare l'alimentazione e di conseguenza la velocità di rotazione delle ventole del prodotto, un bracket PCI forellato e una bustina contenente viti e gommini per l'installazione del prodotto.

Il "tachimetro" incluso (passatemi questo termine piuttosto volgare per l'ambito in cui è utilizzato) è un'alternativa all'installazione più pratica: sebbene sia normalmente sufficiente inserire il connettore di alimentazione delle tre ventole del dissipatore direttamente nell'apposita sede presente sul PCB della scheda video, spesso andremo incontro ad alcune difficoltà; due, soprattutto. La prima, riguarda la potenziale incompatibilità tra connettore e alloggiamento. La seconda, una scarsa alimentazione fornita, il che si traduce in un regime di rotazione delle ventole piuttosto basso; anche il caso opposto è possibile. Per renderci dunque indipendenti da questo fattore, possiamo dimenticarci il PCB della scheda video e fare affidamento sull'alimentatore del nostro PC usando il connettore molex incluso e scegliendo tra un'alimentazione di 7V oppure 12V, a seconda se privilegiamo, rispettivamente, silenziosità oppure massime prestazioni.

Un cenno ulteriore di menzione merita anche la staffa PCI: va installata in sostituzione a quella di default presente nel nostro case, in corrispondenza del bracket subito al di sotto di quello utilizzato dalla scheda video. Ciò permette di creare una ulteriore finestrella per il passaggio d'aria tra dissipatore e parte posteriore del case, per incrementare ulteriormente il potenziale dissipativo.

Arctic_Cooling_Accelero_Xtreme_Plus




Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: