chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Noctua NH-D14: i 4 GHz in daily use con dissipatore ad aria sono realtà - 4) Il Noctua NH-D14 da vicino - PARTE 2

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Indice
Noctua NH-D14: i 4 GHz in daily use con dissipatore ad aria sono realtà
1) Introduzione
2) Confezione e contenuto
3) Il Noctua NH-D14 da vicino - PARTE 1
4) Il Noctua NH-D14 da vicino - PARTE 2
5) Le ventole in bundle
6) Caratteristiche tecniche e specifiche principali
7) Installazione: cenni & consigli
8) Test sul campo
9) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

Una visuale dall'alto del dissipatore: le heatpipe sporgono fino alla sommità; le lamine in alluminio recano il logo Noctua inciso e i loro profili vistosamente a dente di sega permettono di incrementare la superficie dissipante, soprattutto lateralmente quando più lamine sono affiancate. Il dissipatore è asimmetrico: se le torrette sono disposte simmetricamente rispetto alla base e alla simmetria delle heatpipe, le ventole, essendo "solo" due, causeranno una occupazione di spazio del dissipatore, rispetto alla scheda madre, maggiore verso il lato su cui la ventola esterna è installata.

Noctua NH-D14

Vista dal basso: le heatpipe appaiono ancora più vistose, insieme alla parte del sistema di ritenzione "lato dissipatore" che si affida a due bracket che sporgono dalla base dell'heatsink lateralmente e sono ad essa ancorate tramite due viti per lato. I due bulloncini più esterni, qui poco visibili perchè presenti sul retro delle staffe, consentono l'ancoraggio definitivo alla scheda madre.

Noctua NH-D14

La foto seguente, complice una messa a fuoco particolarmente riuscita, mette in evidenza lo stato in cui appare la base. Sebbene ottimamente planare e rettificata, non è lappata a specchio. Noctua ha preferito, così come fatto sinora, conferirle una superficie più rugosa in modo da incrementare l'estensione a contatto con l'Integrated Heat Spreader in alluminio della CPU su cui NH-D14 verrà installato. Alla pasta termica, dunque, il compito di colmare i piccoli solchi.

Noctua NH-D14

Una seconda foto che mostra la scarsa lappatura della base: l'oggetto (una batteria al litio per videocamera) viene solo debolmente riflesso:

Noctua NH-D14

La foto che segue, invece, permette di osservare meglio i bulloni con molla per il fissaggio del dissipatore; la base, in rame e inferiormente in rame nichellato, è spessa soltanto quanto basta ad ancorare a "sandwich" le heatpipe. Il calore dunque ristagnerà in essa il meno possibile, difatti durante l'utilizzo si è sempre mostrata incredibilmente fredda al tatto, sebbene la dissipazione della CPU fosse pienamente in atto.

Noctua NH-D14

Le due ventole, firmate anch'esse Noctua, utilizzano i classici connettori a 3 pin per l'installazione direttamente su scheda madre. Ulteriori adattatori inclusi da Noctua consentono di depotenziare la velocità delle ventole, dotate di una resistenza che limita la tensione che effettivamente perviene a ciascuna ventola.

Noctua NH-D14




Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: