chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!




Visits counters

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi2164
mod_vvisit_counterIeri2366
mod_vvisit_counterQuesta settimana6494
mod_vvisit_counterScorsa settimana19802
mod_vvisit_counterQuesto mese73381
mod_vvisit_counterScorso mese80257
mod_vvisit_counterGlobali5912269

Siti Amici

Un alimentatore mid-end targato OCZ: recensione del Z Series 650W - 2) L'alimentatore da vicino

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Indice
Un alimentatore mid-end targato OCZ: recensione del Z Series 650W
1) Introduzione e confezione
2) L'alimentatore da vicino
3) Specifiche e caratteristiche tecniche
4) Test condotti e risultati ottenuti
5) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

Un classico telaio nero, robusto, piuttosto ben lavorato e rifinito, racchiude la circuitistica dell'alimentatore OCZ Z Series 650W. Oltre alla ventilazione standard, sono presenti feritoie occasionali sui lati "chiusi" in prossimità dei componenti più caldi.

La foto seguente permette di osservare che il modello da 650W, a differenza di quelli di wattaggio superiore appartenenti sempre alla linea Z Series, NON è munito di un sistema modulare per la gestione dei cavi: questi ultimi, dunque, sono tutti ancorati di default all'alimentatore e non è quindi possibile scegliere, da una busta di cavi accessori, quali connettere in base alle proprie esigenze. In realtà il numero limitato di cavi e connettori non farà sentire troppo la mancanza di un cablaggio modulare.

OCZ Z Series 650W

Il sistema di ventilazione è standard, affidato ad una ventola da 120mm che aspira aria fresca e la indirizza sulla board dell'alimentatore; la parte posteriore del prodotto (che include connettore per la 220V e pulsante di on/off) è completamente forellata e permette l'espulsione dell'aria calda.

OCZ Z Series 650W

Sufficientemente silenziosa la ventola da 12cm, protetta da una griglia metallica che collima con la superficie del prodotto senza sporgere dal profilo creando ingombri inutili. Sulla superficie superiore sono inoltre presenti dei bollini che indicano il "passed" ad alcuni test condotti, la presenza del PFC Attivo, la tecnologia "noise killer" per l'abbattimento della rumorosità e l'ammonizione a non aprire il telaio svitando le viti, pena il decadimento immediato della garanzia OCZ offerta sull'unità (che ricordo essere pari a 5 anni).

OCZ Z Series 650W

L'unità è grande 14 x 15 cm, dunque piuttosto compatta. In realtà potrebbe esserlo ancora di più visto che il telaio ha una base più estesa rispetto alle dimensioni del PCB: possiamo infatti notare dalla foto seguente come parte delle pale della ventola siano indirizzate in un'area (posteriore) in cui non c'è praticamente nulla.

Probabilmente adeguare meglio le dimensioni dello chassis al suo contenuto avrebbe implicato l'adozione di una ventola più piccola, ma sicuramente avrebbe fatto suscitare interesse verso questa unità da parte del popolo HTCP. Perchè, quindi, non riproporre una nuova versione dell'alimentatore così revisionata anzichè inserirla nel ciclo EOL?

OCZ Z Series 650W

Un particolare del foro di uscita della cavetteria dal corpo dell'unità: assenza del cablaggio modulare, come già detto, tuttavia foro nella lamiera rivestito al bordo di una superficie tondeggiante in plastica, a protezione di eventuali raschi o lesioni più gravi che avrebbero potuto affliggere i cavi. I cavi stessi, inoltre, sono tutti dotati di una protezione reticolare.

OCZ Z Series 650W

Cerchiamo ora di sbrogliare la matassa di cavi e di capire quali connettori abbiamo a disposizione. Oltre al classico ATX 20+4 pin per la scheda madre, è presente il connettore ad 8 pin per la CPU (4+4 pin, dunque retrocompatibile con motherboard dotate di connettore a 4 pin), due connettori PCI Express a 6+2 pin, cinque cavi molex ed uno floppy nonchè quattro connettori di alimentazione per le periferiche SATA.

OCZ Z Series 650W

Mi soffermo un istante sui connettori molex a 4 pin, decisamente ergonomici poichè dotati di due clip laterali che, sottoposte ad una pressione non esagerata delle nostre dita, permettono di estrarre facilmente tali connettori dalle unità cui sono connesse. Evitando crampi alle mani, come di solito accade con i molex.

OCZ Z Series 650W




Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: