Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

HTPC High-End con l'Antec Fusion Remote Max - 8) Cenni di installazione/configurazione e prova sul campo
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Venerdì 05 Febbraio 2010 08:16
Indice
HTPC High-End con l'Antec Fusion Remote Max
1) Introduzione
2) Confezione e contenuto
3) Il case dall'esterno - Parte 1
4) Il case dall'esterno - Parte 2
5) Il case dall'interno - Parte 1
6) Il case dall'interno - Parte 2
7) Caratteristiche tecniche e principali funzionalità
8) Cenni di installazione/configurazione e prova sul campo
9) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

Fusion Remote è dotato di un display LCD (Liquid Crystal Display, display a cristalli liquidi). Dispone di un ricevitore a raggi infrarossi compatibile MCE incorporato e di un controllo del volume, che funziona con il computer del centro multimediale. Il telaio è dotato inoltre di un telecomando che lavora con MCE e di un iMEDIAN HD software.

Ricco di pulsanti e di funzionalità, il telecomando a 56 pulsanti ci permette (grazie anche al CD dei driver/software fornito in dotazione, che include il software iMEDIAN HD di iMON per la gestione di media e riproduzione) di godere di tutte le funzionalità di Windows Media Center e di accedere alle varie funzioni video/musicali in maniera semplice e veloce.

Centralmente vi è anche un comodissimo jog control, per muovere il cursore del mouse, circondato dai vari tasti funzione che si riveleranno comodissimi nell'utilizzo giornaliero dell'HTC.

Lo schema di seguito riportato, relativo all'assegnazione delle funzionalità a ciascun tasto, permette di comprendere meglio quante azioni possiamo eseguire da remoto: non solo gestione della riproduzione dei file multimediali ma anche gestione e click del mouse, invio, esc, apertura del vassoio CD, lancio di applicazioni, alt-tab, accensione e spegnimento del PC, chiusura di un'applicazione,... In più, sono disponibili 12 tasti dedicati liberamente programmabili e configurabili dall'utente:

Antec Veris Fusion Remote Max

Cenni di installazione

La presenza di un LCD, di un controllo remoto e di altre funzionalità dedicate implica indubbiamente l'adozione di qualche accortezza in più in fase di installazione del prodotto. Di seguito, riporto gli aspetti che vanno al meglio chiariti per far sì che il case funzioni e si sincronizzi al meglio con il nostro hardware.

Innanzitutto, è necessario collegare l’interruttore di alimentazione (contrassegnato da POWER SW) dal display a cristalli liquidi direttamente al connettore PWR sulla scheda madre. L’interruttore di alimentazione sull’I/O anteriore del case è collegato al modulo del display a cristalli liquidi per impostazione predefinita. Ciò consentirà di accendere e spegnere il sistema con il telecomando. Se si sceglie di collegare l’interruttore dell’alimentazione dall’I/O anteriore direttamente alla scheda madre, invece di usare il display a cristalli liquidi, non sarà possibile gestire l’alimentazione mediante telecomando.

A questo punto, è necessario far entrare in gioco l'adattatore a 24pin fornito in dotazione con il Fusion Remote Max. Tale cavo si va ad interporre tra il normale connettore di alimentazione della motherboard ed il relativo cavo proveniente dall'alimentatore. Una volta installata questa "prolunga", noteremo che essa include un cavo di alimentazione a 3 pin aggiuntivo: sarà quest'ultimo da collegare direttamente al display LCD dell'Antec per poterlo alimentare.

Realizzato anche tale collegamento fisico, è necessario crearne un ultimo, più di tipo "logico": la connessione dati tra motherboard e display LCD del case. A questo scopo, in uscita dal display sono disponibili un adattatore USB interno a 4 pin ed un connettore USB standard esterno. Per collegare il display, si può collegare direttamente il connettore esterno a una porta USB standard, OPPURE verificare la piedinatura USB della scheda madre ed inserire l’adattatore interno nel collegamento interno della scheda madre.

Terminata la fase di installazione, possiamo accendere il computer, quindi inserire il CD con il driver in dotazione nell’unità ottica e installare il software fornito a corredo. Il tutto avviene in pochi istanti: basta infatti selezionare l'installazione completa ed il setup wizard farà il resto.

Al successivo riavvio del sistema, che ci verrà richiesto dalla routine di installazione, il software iMON ci chiederà di selezionare il telecomando con cui realizzare il linking: scegliamo pure il primo, l'RM200, fornito con il Fusion Max Remote.

Antec Veris Fusion Remote Max

Fatto ciò, l'ultimo passo prevede l'assegnazione del tasto centrale "Go" del telecomando al software preferito da avviare da remoto. Personalmente ho lasciato la selezione predefinita, ovvero l'avvio del software iMEDIAN HD.

Antec Veris Fusion Remote Max

Il case è ora collegato e funzionante. Tale situazione viene segnalata anche dal display, che inizia a prendere vita.

Antec Veris Fusion Remote Max

A questo punto non vi resta che visionare (rigorosamente in HD!) il video che ho riportato di seguito, nel quale vedrete il display, il telecomando ed il programma "media center" iMEDIAN HD in azione. Buona visione!




Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.