Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Antec P193, il nuovo re della serie Performance One - 3) Il case dall'esterno - parte 2
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Venerdì 17 Aprile 2009 08:26
Indice
Antec P193, il nuovo re della serie Performance One
1) Introduzione, confezione e suo contenuto
2) Il case dall'esterno - parte 1
3) Il case dall'esterno - parte 2
3) Il case dall'interno - parte 1
4) Il case dall'interno - parte 2
5) Caratteristiche tecniche
6) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

3) Il case dall'esterno - parte 2

Tutte le mascherine relative ai 4 slot da 5,25 pollici nonchè quella che copre lo slot per floppy sono rimovibili; dietro di esse la lamiera è completamente forellata per far ulteriormente "traspirare" il P193. Le due ventole opzionali installabili anteriormente sono visibili aprendo a finestrella le relative protezioni, mediante una semplice pressione sul lato destro che attiva un'apertura a scatto.

Antec P193

Anche tutte le mascherine frontali sono munite di un filtro antipolvere molto fitto, che eviterà l'ingresso di polvere nel case. Probabilmente la portata delle ventole diminuirà proprio a causa dell'ostacolo che costituiscono i filtri, tuttavia è necessario scendere a compromessi se si vuol evitare di ritrovarsi dissipatore della CPU, scheda video, scheda madre, hard disk e quant'altro sommersi da diversi millimetri di polvere dopo poche settimane.

Antec P193

Nella foto inserita di seguito notiamo i pulsanti di accensione e reset nonchè il LED, l'unica lucetta offerta dal case (le ventole non sono infatti munite di LED). Buono il feedback dei due tasti, sebbene quello di reset appare forse leggermente sottodimensionato.

Antec P193

L'apertura anteriore può essere eventualmente vincolata dalla presenza di una serratura attivabile con le due chiavi fornite in dotazione. Se la sicura è inserita sarà infatti impossibile aprire la paratia frontale. Tuttavia i pulsanti di accensione e reset restano comunque accessibili, sebbene parzialmente celati. E' quindi possibile accedere ad essi a paratia chiusa, quindi chiudere a chiave il nostro P193 servirà a ben poco nel caso in cui volessimo proteggerlo da accensioni, spegnimenti e reset non voluti.

Antec P193

Oltre a LED di attività, pulsante di reset e di accensione e serratura, sul frontale troviamo una porta E-SATA, due porte USB 2.0 nonchè jack per microfono e cuffie.

Antec P193

Come vedremo a breve Antec ha ideato questo case con lo scopo di fornire un prodotto robusto e al contempo silenzioso. Un metodo per zittire le ventole è rappresentato dalla possibilità di regolarle manualmente e autonomamente una dall'altra, agendo sugli interruttori posizionati posteriormente, sulla sommità. Abbiamo a disposizione tre livelli di velocità: slow, medium e high, corrispondenti evidentemente ad un'alimentazione pari a 5V, 7V e 12V rispettivamente. I tre controlli si riferiscono alle due ventole superiori (identificate dalla scritta "top") e a quella posteriore ("rear") La velocità della ventola laterale è governabile a parte.

Antec P193

Il comparto che ospita l'alimentatore è praticamente isolato dal resto del case. Osservando la parte posteriore del P193 e dando un'occhiata all'interno attraverso l'apertura riservata all'alimentatore notiamo come esso sia perfettamente allineato con l'eventuale ventola da installare anteriormente, che raffredderà eventualmente gli ulteriori 4 hard disk installabili nel cestello presente subito dopo di essa. Sia il P193 che il fratello minore P183 sono dotati di un adattatore in grado di supportare sia gli alimentatori standard che quelli della serie CP di Antec, una gamma estremamente potente, stabile e che garantisce un notevole risparmio energetico.

Antec P193

Osservando la parte posteriore del case notiamo, dall'alto verso il basso, innanzitutto i tre switch per la ventola posteriore da 12cm e quelle superiori da 14cm. Segue la mascherina per gli I/O della scheda madre, affiancata sulla destra dalla ventola che lavora in estrazione. Subito al di sotto troviamo i 7 slot PCI forellati nonchè due fori sulla parte destra per la fuoriuscita dei tubi di un eventuale impianto di raffreddamento a liquido, pienamente supportato dal P193. Infine, in basso, è presente il vano dell'alimentatore. Il PSU in basso è un'ottima scelta in quanto fornisce maggior stabilità al case (essendo il peso maggiormente concentrato nella parte più vicina alla sua zona d'appoggio).

Antec P193

Passiamo a dare uno sguardo all'interno dell'Antec P193.




Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.