chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Noctua NH-C12P, alte performance e zero rumore

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Indice
Noctua NH-C12P, alte performance e zero rumore
1) Introduzione, confezione
2) Il dissipatore da vicino
3) Caratteristiche tecniche
4) Installazione
5) Test sul campo
6) Conclusioni
Tutte le pagine

Noctua NH-C12P

Non sempre i dissipatori alti 16 centimetri sono i migliori sul mercato. Il Noctua NH-C12P, infatti, è un heatsink da collocare sicuramente nel segmento high-end: caratterizzato da dimensioni e peso contenuti, ventola Noctua silenziosa ed è in grado di garantire eccellenti prestazioni.


Attualmente tra i migliori dissipatori ad aria di fascia alta si collocano i Thermalright Ultra 120 Extreme (nelle sue varianti) ed IFX-14 (quest'ultimo recensito QUI su InformaticaEasy). 

In realtà, leggendo questo articolo scopriremo come esistono ottimi prodotti che possono competere (e a volte addirittura battere) i tanto blasonati Thermalright: parliamo, nel dettaglio, del dissipatore ad aria Noctua NH-C12P, che InformaticaEasy ha potuto recensire per voi. Fornito in accoppiata alla ventola Noctua NF-P12 (recensita, sempre su InformaticaEasy, QUI), questo dissipatore è consigliato per tutti coloro i quali vogliono raffreddare ottimamente qualunque CPU attualmente in commercio, sia essa dual o quad-core, persino se in condizioni di forte overclock. Come avremo modo di scoprire a breve, infatti, l'NH-C12P è estremamente efficace e svolge ottimamente il suo compito, ponendosi come valido e agguerrito componente dei più noti dissipatori ad aria di fascia alta.

 

Ma iniziamo dal principio, come di consueto. La confezione del dissipatore è piuttosto grande, in quanto contiene non solo il dissipatore ma anche la ventola inclusa e i vari kit di installazione.

Noctua NH-C12P

La confezione riporta qualche dettaglio sul sistema di montaggio SecuFirm progettato da Noctua, oltre al pieno supporto, da parte di questo dissipatore, delle ultime CPU Quad-Core (l'NH-C12P è quindi consigliato anche in abbinamento a CPU caratterizzate da elevato TDP).

Noctua NH-C12P

Posteriormente, sempre sulla confezione, Noctua ha schematizzato le principali peculiarità del dissipatore...

Noctua NH-C12P

... oltre alle caratteristiche tecniche vere e proprie:

Noctua NH-C12P

Aperta la confezione, al suo interno troviamo due scatole; una curiosa trovata di Noctua riguarda il fatto di dotare superiormente la scatolina più piccola di due intagli per favorirne l'estrazione.

Noctua NH-C12P

Il dissipatore risulta ottimamente inserito e protetto nella sua scatola in cartone. Su di esso risiede già la ventola, da installare successivamente in fase di assemblaggio. L'intero contenuto della confezione sarà trattato in concomitanza con la descrizione delle fasi di montaggio, in quanto tutti gli accessori inclusi servono essenzialmente per installare il dissipatore sulla scheda madre.

Noctua NH-C12P

Visto da vicino, il dissipatore in un certo senso ci rassicura circa le performance in grado di offrire: le sei heatpipe e l'imponente superficie lamellare offrono un livello di dissipazione davvero efficace. Il tutto, in un'altezza di poco superiore ai 9 centimetri... Di seguito, diverse foto relative ad angolazioni diverse, tutte commentate, permettono di comprendere meglio la struttura del dissipatore.

Noctua NH-C12P

Un importante particolare del dissipatore riguarda la superficie lamellare dissipante, composta da fitte lamine in alluminio. Tali lamelle si trovano a circa 2mm l'una dall'altra: questo "spazio extra" che si viene a creare consente all'aria di attraversare meglio l'intero dissipatore e di raffreddarlo correttamente. Il distanziamento maggiore tra le lamelle è certamente un'ottima trovata; l'esatto contrario avviene sui dissipatori Thermalright, sui quali una corretta dissipazione avviene utilizzando una ventola assai potente, in quanto lo spazio tra le varie lamine in alluminio è nettamente inferiore. Il Noctua, invece, nonostante abbia le lamelle maggiormente distanziate, non ne ha certo sacrificato il numero: il dissipatore ha uno sviluppo orizzontale, quindi il fatto che sia più largo della norma non crea affatto problemi in altezza. 

Noctua NH-C12P

La base a contatto con la CPU è realizzata in rame ed esteriormente sottoposta a nichellatura. Stesso dicasi per le sei heatpipe, che connettono termicamente la base alla superficie lamellare dissipante. Oltre alle heatpipe, la base del dissipatore è coadiuvata anche da 15 lamine in alluminio non solo superiormente interconnesse alle heatpipe, ma anche a diretto contatto con la base stessa.

Noctua NH-C12P

Una visuale dall'alto del dissipatore: oltre alla fitta rete di lamelle dissipanti, notiamo come si diramano le sei heatpipe all'interno di esse. I lati, sia a sinistra che a destra, notiamo una interruzione, alle estremità centrali, delle lamine: ciò per facilitare la procedura di installazione sulla scheda madre, consentendo di utilizzare il cacciavite senza problemi.

Noctua NH-C12P

Osservando il dissipatore "da dietro" appaiono maestose le sei heatpipe, che sfruttano il trasferimento termico a partire dalla base e per tutta la sua intera larghezza. Mi preme richiamare l'attenzione su un piccolo ma importante particolare, effettivamente non molto lampante: le heatpipe penetrano la superficie dissipante lamellare ad altezza diverse; perchè questo sfasamento simmetrico? Questa tecnica consente di trasferire il calore in maniera più omogenea, a tutt'altezza, all'intera superficie dissipante: le heatpipe non sono situate tutte alla stessa altezza (misurata a partire dalla base), quindi ogni singola zona dell'intero spessore della superficie superiore riceverà in maniera omogenea il calore da smaltire.

Noctua NH-C12P

Un altro stratagemma per incrementare la dissipazione lo riscontriamo sempre nella superficie lamellare: ogni lamina, infatti, è dotata di un profilo superiore seghettato, in modo da aumentare la superficie di contatto con il flusso d'aria generato dalla ventola sovrastante.

Noctua NH-C12P

Senza ventola, il dissipatore è alto solamente 9 centimetri. Apparentemente non si direbbe: la struttura e la sua conformazione si traducono in un senso di robustezza, oltre a donare un aspetto massiccio al prodotto.

Noctua NH-C12P

Le sei heatpipe attraversano la base completamente, spuntando dalla parte opposta. Ai lati della base sono presenti quattro fori perimetrali (due per lato) che servono, come vedremo a breve, per il fissaggio del dissipatore alla sua staffa di ritenzione da installare sulla scheda madre.

Noctua NH-C12P

La base del dissipatore è molto planare: non è affatto convessa, e tale parametro risulta fondamentale per stabilire un contatto quanto più uniforme e completo con l'IHS della CPU. Osservando la base notiamo le lavorazioni a cui è stata sottoposta, che la rendono non perfettamente lappata ma costituita da piccoli microgranuli in evidenza, che servono ad aumentare la superficie di contatto con il processore sottostante.

Noctua NH-C12P

La foto seguente ci permette di osservare la vicinanza delle heatpipe alla CPU: la parte inferiore della base (la parte cioè interposta tra heatpipe ed IHS) è molto poco spessa, in modo che CPU e heatpipe entrino immediatamente a diretto contatto termico. Ben visibile l'intera superficie dissipante lamellare:

Noctua NH-C12P

Come accennato poc'anzi la base non è lappata a specchio ma dotata di microscalettature per incrementare la superficie globale di contatto con la CPU.

Noctua NH-C12P

La base è inoltre particolarmente ampia; per questo motivo, anche le nuove CPU Intel Core i7 Nehalem, dotate di IHS decisamente più esteso, potranno essere ottimamente dissipate.

Noctua NH-C12P

Il dissipatore è fornito con la ventola Noctua NF-P12, recensita da InformaticaEasy a QUESTO link. Non mi soffermo sulle caratteristiche tecniche della ventola, in quanto se n'è ampiamente parlato nella recensione appositamente realizzata.

Noctua NH-C12P

Con la ventola installata, il dissipatore raggiunge gli 11,4 centimetri di altezza. Non sarà certo un problema installare questo dissipatore anche nei case tower più compatti e poco profondi.

Noctua NH-C12P

Sebbene dalla foto non si noti, la ventola è fissata mediante due clip metalliche che bloccano il telaio della fan al dissipatore incastrandosi sui quattro fori realizzati sul telaio della ventola stessa. Le due clip vengono agganciate al dissipatore mediante le due apposite scanalature realizzate ai lati del blocco superiore dissipante.

Noctua NH-C12P

Il dissipatore è conformato in modo da ospitare una qualunque ventola da 120mm, nel caso in cui volessimo rimpiazzare quella fornita in bundle. La ventola copra totalmente la superficie dissipante, sia in lunghezza che larghezza. Di conseguenza, il flusso d'aria investe in maniera uniforme tutto il dissipatore. Forse superfluo ricordare che la ventola dovrà lavorare in immissione, ovvero indirizzare l'aria verso la CPU. In tal modo, anche il northbridge e la sezione di alimentazione della motherboard, oltre ai moduli di memoria RAM, riceveranno ulteriore aria.

Noctua NH-C12P

Passiamo rapidamente in rassegna la caratteristiche tecniche di questo prodotto. La compatibilità è assicurata praticamente con tutti i socket AMD ed Intel LGA (fino agli ultimi LGA 1366 ed AM3). Base ed heatpipe sono in rame (esternamente sottoposto a nichellatura), mentre le lamine sono in alluminio. La confezione include una ventola Noctua NF-P12 con adattatori U.L.N.A. ed L.N.A., pasta termica Noctua NT-H1, kit di montaggio progettato da Noctua e denominato SecuFirm che ne assicura l'installazione su piattaforma Intel ed AMD. Ricordo nuovamente che la ventola è stata precedentemente (ed approfonditamente) recensita su InformaticaEasy a QUESTO link.

Il dissipatore è garantito per ben sei anni, così come la ventola. Le restanti caratteristiche sono facilmente deducibili dalle due tabelle di seguito riportate:

Dissipatore:
Compatibilità socket

Intel: LGA 775

AMD: AM2, AM2+, AM3 (K8 con staffa opzionale)

Altezza (senza ventola)
91 mm
Larghezza (senza ventola)126 mm
Profondità (senza ventola)152 mm
Altezza (con ventola)114 mm
Larghezza (con ventola)
126 mm
Profondità (con ventola)
152 mm
Peso (senza ventola)
550 g
Peso (con ventola)
730 g
Materiali impiegati

Rame (base ed heat pipe), alluminio (lamine
dissipanti), giunture saldate, nichellatura

Impiego
Per CPU Intel e AMD, a qualunque frequenza operativa
Peculiarità
  • Ventola Noctua NF-P12
  • Ultra-Low-Noise-Adaptor (U.L.N.A.)
  • Low-Noise-Adaptor (L.N.A.)
  • Pasta termica NT-H1
  • kit di montaggio SecuFirm per socket Intel e AMD
Garanzia
6 Anni
Ventola in bundle:

Modello
Noctua NF-P12
Cuscinetto
SSO-Bearing
Velocità max di rotazione
1300 RPM
RPM con L.N.A.
1100 RPM
RPM con U.L.N.A.
900 RPM
Flusso d'aria max
92,3 m³/h
Flusso d'aria con L.N.A.78,5 m³/h
Flusso d'aria con U.L.N.A.63,4 m³/h
Rumorosità max.
19,8 dBA
Rumorosità con L.N.A.
16,9 dBA
Rumorosità con L.N.A.12,6 dBA
Potenza in input
1,08 W
Tensione max di alimentazione
12 V
Mean Time Between Failure
> 150.000 ore

Noctua NH-C12P

Una sezione a sè merita la procedura di installazione. In bundle troviamo tutto il necessario per installare il prodotto. Ben organizzata la confezione, così come gli accessori per l'installazione. Sono infatti presenti, oltre al manuale, una bustina con i componenti per socket AMD, una seconda bustina per socket LGA ed una terza contenente le parti comuni.

Noctua NH-C12P

Il manuale è davvero ben realizzato: dotato di illustrazioni chiare e di spiegazioni laconiche, si apre "a libro": sulla pagina interna di sinistra troviamo le indicazioni per l'installazione su socket AM2, mentre sulla destra è riportata la procedura per il socket LGA.

Noctua NH-C12P

I due foglietti delle istruzioni sono piegati a fisarmonica e fissati al cartoncino del manuale d'uso. Il tutto per suddividere le due procedure (per Intel e AMD) e rendere l'installazione quanto più facile, fornendo istruzioni chiare e comprensibili sin da subito.

Noctua NH-C12P

Iniziamo a parlare dell'installazione vera a propria. Certamente riveste un ruolo fondamentale il backplate, ottimamente isolato elettricamente. Poichè il sistema utilizzato per il testing si basa su LGA 775, verrà trattata l'installazione su tale socket. La procedura per socket AMD è comunque davvero simile.

Noctua NH-C12P

Iniziamo con l'appoggiare sul lato posteriore del PCB della motherboard il backplate del dissipatore, con l'isolante rivolto verso il PCB. Cerchiamo di far combaciare i fori sul backplate con quelli presenti sulla scheda madre.

Noctua NH-C12P

Passiamo ora ad applicare, sulle due staffe visibili nella foto seguente, quattro rondelle in plastica adesiva, per evitare possibili cortocircuiti quando le staffe metalliche entreranno a contatto con il PCB.

Noctua NH-C12P

Sempre assicurandoci che posteriormente il backplate sia ben allineato, appoggiamo le due staffe ai lati del socket (il loro orientamento influenzerà quello del dissipatore), quindi assicuriamole alla scheda madre avvitando le quattro viti che troveranno sede nei fori filettati realizzati sul backplate posteriormente.

Noctua NH-C12P

A questo punto è necessario estrarre dalla confezione le due staffe a C e le quattro viti.

Noctua NH-C12P

Tali staffe vanno fissate ai lati della base del dissipatore, così come mostrato in figura. Ai lati della base dell'heatsink sono realizzati quattro fori da sfruttare per il passaggio delle viti.

Noctua NH-C12P

Per non creare fastidi al giravite, Noctua ha appositamente modellato la base, realizzando appositi solchi in corrispondenza dei fori. Facciamo attenzione, durante la "stretta finale" delle viti, a non far uscire il giravite dalla sede a stella della vite: rischieremmo altrimenti di raschiare la base, con conseguente (seppur lieve) perdita di contatto con il dissipatore della CPU ed influenza negativa sulla dissipazione.

Noctua NH-C12P

Giunti a questo punto, possiamo applicare ai bordi della superficie superiore del dissipatore le due strisce in silicone che eliminano eventuali vibrazioni causate dalla ventola, durante il suo funzionamento, quando entra in contatto con il dissipatore.

Noctua NH-C12P

Applichiamo un goccio di pasta termica Noctua (che tra l'altro si spalma molto bene e non è conduttiva elettricamente) sull'IHS della CPU ed infine appoggiamo il dissipatore su di essa, facendo attenzione ad orientarlo in modo che i fori sulle estensioni metalliche laterali prima avvitate sulla base combacino con le filettature presenti sulle due staffe laterali dapprima fissate sulla scheda madre. Infine, utilizzando le due viti a molla incluse, procediamo al serraggio del dissipatore, avvitando finchè il tutto non si blocca. La pressione esercitata dalle viti a molla fa sì che il dissipatore aderisca perfettamente alla CPU.

Noctua NH-C12P

Dopo aver installato il dissipatore, sono stati condotti dei test per verificare le temperature operative della CPU dissipata dal Noctua. In particolare, è stato utilizzato un E6700 dapprima a default (@ 2.66GHz e vcore 1,33V), poi in forte overclock (@ 3,6GHz e vcore 1.45V). Per ognuna delle due situazioni di clock sono state rilevate le temperature sui due core sottoponendo il sistema ad una sessione di test con Orthos a priorità massima. Le temperature ottenute sono state riportate nelle due tabelle che seguono:
 

Intel C2D E6700 @ default - 2,66GHz 1,33V

--
Core0
Core1
IDLE36
37
FULL LOAD
47
47

Intel C2D E6700 @ overclock - 3,6GHz 1,45V

--
Core0
Core1
IDLE43
44
FULL LOAD
62
62

Sia a default che in overclock, la CPU risulta ottimamente dissipata del Noctua NH-C12P. Le temperature garantite, sia in fase di idle che di full load, sono davvero ottime. Da notare il discostamento tra temperature in idle e in full che aumenta con l'aumentare della frequenza di clock della CPU. In ogni caso, le temperature raggiunte sono sempre risultate ottime. Il Noctua NH-C12P ha garantito, durante questi test, estrema stabilità al sistema nonchè temperature paragonabili a quelle fornite dai più possenti e performanti dissipatori ad aria top di gamma Thermalright.

 

Dopo aver sottoposto il dissipatore ai vari test, si è voluto esaminare l'impronta della pasta termica su di esso e sull'IHS della CPU. Dalla foto seguenti emerge come la pressione esercitata dal sistema di ritenzione consente alla pasta termica di disporsi in uno strato uniforme. La base non risulta inoltre concava; l'omogeneità del velo di pasta ne è una prova. Ecco le impronte su base del dissipatore e processore:

Noctua NH-C12P
 
Noctua NH-C12P

In conclusione, il dissipatore ad aria Noctua NH-C12P assicura prestazioni davvero eccezionali. Le "performance dissipative" sono degne dei migliori dissipatori concorrenti tra cui quelli prodotti da Thermalright. Anche in questo prodotto si evidenzia come Noctua tenga ai dettagli costruttivi: il dissipatore è ottimamente assemblato ed esente da imperfezioni; la base è ottimamente rettificata; le sei heatpipe svolgono egregiamente la loro funzione e, nel caso volessimo incrementare ulteriormente le performance dissipative del prodotto, è sempre possibile sostituire la ventola in bundle con un'altra più "possente".

La dotazione di bundle è davvero super; tutti gli accessori per il montaggio sono perfettamente riposti e organizzati in buste separate a seconda del socket di utilizzo. Il tutto è corredato da un manuale che spiega in maniera chiara e rapida le istruzioni per installare correttamente il dissipatore.

Il Noctua NH-C12P gode di garanzia di ben 6 anni ed è acquistabile in Italia ad un prezzo medio pari a 75€ circa (variabile comunque tra 60€ e 90€).

Durante l'analisi, non è stato riscontrato alcun difetto; per questo motivo, il dissipatore merita a pieno titolo il massimo punteggio attribuito da InformaticaEasy ai sample sottoposti a recensione:

award
Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: