Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Il motherboard producer Abit chiude i battenti
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Mercoledì 17 Dicembre 2008 19:08

abit motherboard

La crisi economica di questo periodo pare aver colpito un po' tutti: probabilmente un drastico esempio di ciò è rappresentato da Abit, storico produttore di schede madri per PC (ed altri componenti), che cesserà di esistere a partire dal primo gennaio del 2009. Il motivo? Taglio dei costi, ovviamente...

Il proprietario della Abit, Universal Scientific Industrial ha deciso di avviare un processo di "ristrutturazione" e taglio dei costi, ed ha pensato di far cessare l'esistenza del marchio Abit, che ha finora soddisfatto adeguatamente l'utenza medio-alta (e non solo) per quanto riguarda la produzione di schede madri per PC desktop.

abit logo
 
Secondo XBit-labs, Abit è conosciuta come tra i migliori fornitori di schede madri al mondo. I prodotti dell'azienda hanno ricevuto lodi da appassionati ed overclocker per l'eccellente qualità costruttiva e le molteplici doti di tweaking. A causa dell'aumento di popolarità del segmento hardware high-end di quest'ultimo decennio, Abit è diventato un giocatore importante nel mercato delle schede madri; tuttavia, delle discutibili prassi a livello di gestione hanno costretto l'azienda a lasciare dapprima il mercato delle schede grafice e in seguito a vendere la stragrande maggioranza delle attività così come il brand Abit all'Universal Scientific Industrial nel 2006.

Tale azienda, inizialmente specializzata nella produzione di schede madri per assemblatori di PC, non riuscì a far resuscitare il brand Abit, quindi perse popolarità nel periodo 2004-2005, e la USI decise quindi di porre fine al legendario business delle motherboard Abit.

All'inizio di quest'anno, un sito web ha riferito che le aspettative della Universal Scientific Industrial per il business di Abit non sono state rispettate e l'azienda è stata costretta a tirar fuori dal mercato delle schede madri il brand Abit e riorientare la società su altri dispositivi. Secondo alcuni, Abit ha venduto due o tre milioni di schede madri lo scorso anno e quest'anno le vendite sarebbero ulteriormente scese. La società ha comunque negato tali informazioni che preannunciavano in realtà già da allora la crisi.

Alla manifestazione del Computex di Tapei di quest'anno, la Abit ha sfoggiato diversi prodotti: frame per fotografie con stampante integrata, dispisitivi Internet mobile (MID) e soprattutto una vasta serie di nuove schede madri tra cui quelle basate sulla piattaforma Intel P45.
abit newer motherboards

Secondo TweakTown, ABIT ha prodotto da sempre le migliori schede madri del mercato. Ha sempre incluso nei propri prodotti le migliori e più recenti tecnologie, tra cui il sistema jumper-less nelle schede madri. Abit ha assunto un'importanza non indifferente anche nella definizione degli standard di overclock.

abit nb heatsink

La crisi, come si è detto, era comunque prevedibile e risale a qualche anno fa: motivi finanziari, gestione probabilmente non efficiente, licienzamenti dei dipendenti (tra cui ingegneri). Sul sito italiano di Abit, inoltre, non vengono pubblicate News dallo scorso 28 Agosto.

E così, cessa di esistere un mitodel segmento motherboard: Abit chiude ufficialmente i battenti il 31 Dicembre 2008: un Natale decisamente amaro per l'azienda.

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.