chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Asus rivela il layout della prima mobo Nehalem!

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

asus_p6t

Asus rivela finalmente il layout e maggiori caratteristiche tecniche riguardo la sua prima scheda madre destinata ai processori Nehalem. Di tale videocard si era parlato su InformaticaEasy già in QUESTO articolo; ora però si hanno notizie certe circa il layout e le novità di tale motherboard.

Se il lancio di Intel Corei7 non è ancora imminente, Asus ha già svelato la sua motherboard P6T Deluxe basata su socket 1366 per ospitare le nuove CPU Intel, oltre a diverse schede grafiche di nuova concezione.

Tra le nuove caratteristiche della P6T Deluxe, l'inclusione di un controller di overclocking che permette di overcloccare la CPU al volo, persino durante i benckmark. Il dispositivo sarà incluso nelle schede madri Asus high-end, ma Asus sta pensando di renderlo disponibile come optional anche per le altre motherboard compatibili. La motherboard includerà inoltre il tool Asus Turbo V, che permette di modificare il moltiplicatore della CPU senza riavviare Windows.

La P6T Deluxe include anche la tecnologia Express Gate SSD di Asus, che permette di effettuare il boot da un sistema Linux ospitato su una memoria flash. E sarà anche possibile caricare giochi "flash" nella memoria onboard flash. 

La P6T include inoltre sia il suporto all'SLI che al CrossFire; una scelta senz'altro ottimale che permetterà a questa scheda madre di aumentare il suo potenziale di versatilità, risultando valida sia per chi vuole mettere in parallelo schede video ATI, sia per chi sceglie un SLI NVidia.

Come già detto nel precedente articolo di InformaticaEasy sopra linkato, la P6T include supporto al RAID eun chip SAS; secondo dei test svolti da Asus, un RAID0 di hard disk SATA gestiva una velocità di lettura media di 117MB/s, mentre un RAID0 di hard disk SAS raggiungeva i 179.2MB/s. Inoltre, il controller SAS è compatibile sia con i drive S-ATA che con i SAS veri e propri. Tuttavia, a differenza delle schede di espansione SAS dedicate, la motherboard non ha un controller dedicato, quindi il carico è affidato alla CPU.

Di seguito delle foto della P6T, oramai in veste ufficiale, ricoperta dei suoi dissipatori.

Iniziamo con la zona socket: ben visibile la nuova piedinatura e l'imponente socket con la robusta staffa di ritenzione. Da notare la ricca sezione di alimentazione della CPU e gli innumerevoli condensatori:

p6t_1

Ecco la P6T nella sua interezza: imponenti, oltre che eleganti, i dissipatori passivi, strabilianti i 6 slot per memoria DDR3 (con supporto al trichannel): Quasi sicuramente le porte SAS sono quelle gialle in basso a destra, mentre le SATA sono quelle superiori rosse. 

p6t_2

Particolare del sistema di raffreddamento del northbridge X58: appare ottimo il dissipatore passivo, finemente lavorato e da un'ottima superficie lamellare. Sotto il primo slot PCI-Express è possibile evincere che si tratta proprio della P6T Deluxe:

p6t_3

Il dissipatore per il southbridge è, come da tradizione Asus, di dimensioni piuttosto ridotte. Evidentemente anche l'ICH10R non produce molto calore così come i suoi fratellini ICH9, ICH8, ICH7. Una cover di rame, pittata in viola a cui sono sovrapposti disegni cromati, esalta la presenza di tale dissipatore:

p6t_4

Ed ecco la zona CPU "più da lontano": imponenti anche i dissipatori della sezione di alimentazione (mosfet), tutti connessi al dissipatore principale (quello del north) mediante una heatpipe:

p6t_5

Posteriormente, il PCB appare finemente lavorato. Visibili la contropiastra del socket e quelle dei dissipatori della zona di alimentazione. Problematica sarà l'installazione di dissipatori con backplate, ma sicuramente i produttori di heatsink provvederanno presto:

p6t_6

 

Inoltre, Asus ha anche rilevato una nuova serie di schede video Matrix che includono un raffreddamento ibrido che spegne la ventola della videocard in modalità 2D, riducendo anche tensioni e velocità di clock della GPU. Queste schede video includono anche il nuovo Asus Super Hybrid Engine, una coppia di chip sulla scheda grafica che permettono di monitorare direttamente la GPU, variarela tensione applicata sia alla GPU che alla memoria (finora era invece necessario ricorrere a lavori "artigianali" rischiosi per la scheda video), a fronte di un aumento del margine di overclock. Tali videocard dovrebbero essere basate sulle GPU GeForce 9600GT, GeForce9800GT e Radeon HD4850.

Ecco come appare l'imponente sistema di raffreddamento adottato: visibile la superficie dissipante lamellare che avvolge la heatpipe disposta perimetralmente attorno alla ventola:

videocard_1

Lateralmente, è possibile apprezzare il sistema di dissipazione, basato su heatpipe e superfici dissipanti in lamine, coadiuvate dalla ventola per una dissipazione sia attiva che passiva che a prima vista appare davvero efficace:

videocard_2

Si nota poco la scritta sul CHIP, ma si tratta dell' Aus Super Hybrid Engine; l'overvolt della videocard non sarà più un problema con tale chip:

p6t_7

 

Fonte per le foto: www.custompc.co.uk

Commenti (2)add comment
96
okorop: ...
devo dire che è molto imponente come scheda madre......
1

agosto 20, 2008
62
admin: ...
Già... davvero massiccia XD
2

agosto 20, 2008

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: