chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!




Visits counters

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi2344
mod_vvisit_counterIeri3111
mod_vvisit_counterQuesta settimana10112
mod_vvisit_counterScorsa settimana15808
mod_vvisit_counterQuesto mese41886
mod_vvisit_counterScorso mese86324
mod_vvisit_counterGlobali5967098

Siti Amici

InformaticaEasy a Milano per la Conferenza Stampa Kingston

Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Kingston SSD Conferenza Stampa

Ieri 25 novembre 2009 InformaticaEasy ha preso parte ad un importante incontro con Kingston Technology, tenutosi a Milano, durante cui le figure di spicco dell'Azienda hanno presentato la nuova gamma di prodotti SSD e rivelato preziose informazioni. Leggete oltre e scoprirete tutto!

Giornata uggiosa quella di ieri. Persino le sommità del Duomo si confondevano nella abituale nebbia milanese. Condizioni climatiche tutto sommato non troppo ostiche, che non mi hanno certo reso impossibile individuare la collocazione dello Straf Hotel, nei pressi del Duomo, in cui si è tenuto un importante incontro al quale sono stato invitato a prendere parte.

Il suo organizzatore è Kingston Technology, famoso produttore mondiale di soluzioni di memorizzazione e supporti informatici per PC.

Kingston SSD Conferenza Stampa

Gli SSD, ovvero Solid State Drive, sono oramai destinati a divenire il futuro della memorizzazione di massa. Lo sa bene Kingston, che ha voluto sottolinearlo in un incontro "formalmente informale" (lo so, è un ossimoro ma credo renda bene l'idea), durante il quale Stefania Prando (Business Development Manager Italia), Fabio Cislaghi (Retail Manager Italia) e Pasi Siukonen (Field Application Engineer) hanno presentato la nuova gamma di SSDNow ed hanno annunciato i futuri trend del mercato dei drive a stato solido sottolineando altresì ciò a cui Kingston punta in futuro.

Grazie alla nuova famiglia di prodotti SSD (Serie E, M, V+ e V) Kingston offre una soluzione completa e ad ampio spettro che va a soddisfare le esigenze di qualunque fascia di mercato, sia essa consumer che business/server-oriented.

L'incontro inizia alle 10.45, ci si siede ad un tavolo insieme ad altri invitati, tra cui esponenti di importanti testate giornalistiche (perlopiù online, dunque certamente noti a chi frequenta famosi forum di informatica italiani, ad esempio per l'<<upgrade del proprio hardware>>). Ogni "commensale" può contare su un CD contenente le slide mostrate durante la presentazione.

Kingston Press Briefing

Kingston CD Conferenza Stampa

E' Stefania Prando, Business Development Manager per l'Italia di Kingston Technology, ad aprire le danze. La Prando si occupa essenzialmente del mercato Corporate, tuttavia inizia col sottolineare come le soluzioni SSD rappresentino una validissima possibilità di upgrade per velocizzare qualunque tipo di calcolatore ed ottimizzarlo sotto molteplici punti di vista.

Si inizia con un'overview dell'offerta SSDNow di Kingston, per poi passare a previsioni di Mercato e futuri trend inerenti le vendite di supporti di memorizzazione di massa. Si continua con una presentazione approfondita dei diversi drive SSD offerti dall'azienda cui segue una interessante Live Demo durante cui è stato possibile apprezzare dal vivo le reali potenzialità che un SSD apporta ad un computer (nel caso specifico un notebook) a parità di hardware (cioè a parità di modello considerato).

L'attuale serie di SSD Kingston si compone di quattro tipologie di modelli: E Series, M Series, V+ e V Series. Si parte da prodotti più costosi ed estremamente performanti destinati maggiormente ad un ambito server per poi passare a dischi a stato solido maggiormente indirizzati a workstation, fino a giungere al mercato retail, desktop e notebook, per i quali i nuovi modelli V e V+ offrono ad un costo più che competitivo prestazioni davvero elevate.

Kingston SSD Conferenza Stampa

Secondo due diverse analisi condotte da aziende esperte del settore, il trend futuro degli SSD è già noto: a partire dal prossimo anno, infatti, la produzione ed i successivi guadagni apportati dal mercato SSD cresceranno notevolmente, raddoppieranno almeno. Tale tendenza si manterrà repentinamente costante nella crescita anche negli anni successivi al 2010.

E' dunque questo il momento giusto, per le aziende produttrici di SSD, di "darci dentro" e far conoscere i nuovi prodotti Solid State Drive all'end-user.

Kingston SSD Conferenza Stampa

Nei prossimi tre anni, infatti, lo sviluppo di memorie NAND Flash aumenterà notevolmente, o meglio, ne aumenterà sensibilmente il loro impiego come parti di SSD piuttosto che come pendrive.

Kingston SSD Conferenza Stampa

Kingston sta comunque ottenendo sin da ora risultati economici sensibilmente crescenti: sintomo che un'azienda dinamica riesce a crearsi attorno a sè un potenziale di mercato e di vendite significativo: basti pensare che negli ultimi sei mesi il fatturato di Kinston  ha subito un netto incremento. Si prevede che entro il 2013 l'azienda venderà 43 milioni di unità. Qualcuno chiede delle cifre concrete sugli incassi, ma i rappresentanti Kingston sorridono e proseguono oltre...

Kingston SSD Conferenza Stampa

Parliando di trend di mercato, quali sono le future strategie di Kingston? Una risposta molto importante e difficilmente reperibile, allo stato attuale, online o su qualunque testata giornalistica: solitamente un'azienda si sbilancia solo quando è il momento ed in occasioni particolarmente importanti. Ebbene, quella di ieri ne è un valido esempio.

Partiamo col dire che Kingston vuole incrementare nei prossimi anni di almeno 4/5 volte le performance dei suoi drive, offrendo ai consumatori dei prodotti che, al contempo, vantino un rapporto prezzo/prestazioni maggiormente ottimizzato. L'azienda si propone di offrire degli SSD con capacità variabile in un range da un minimo di 40GB fino a (ben) 512GB, lavorando inoltre sui form factor. Infine, Kingston revisionerà i controller e l'architettura di questi ultimi e delle memorie NAND per garantire performance superiori.

Così come sottolineato da Fabio Cislaghi, Kingston vuol dare una spinta sensibile al mercato degli SSD: attualmente è infatti impensabile trovare nei negozi di informatica maggiormente "vicini all'utente comune" (vedi le grosse catene informatiche, ndr) degli SSD sugli scaffali. Eppure in altri stati tra cui Francia e Germania questa è già realtà.

Kingston punta molto sul contatto diretto con l'utente finale, sottolineando che in fondo migrare ad un SSD è esattamente come aggiornare la memoria RAM del proprio sistema: un'operazione facile ed indolore che consente di dare al nostro PC un boost incredibile.

Molti "ooh" hanno echeggiato nella sala del convegno durante la dimostrazione live dell'SSD. Beh, lasciatemelo dire... personalmente ero meno sorpreso usando personalmente SSD da diverso tempo, e già conoscendone abbastanza bene le loro potenzialità (ovviamente la dimostrazione si è rivelata comunque più che interessante). Eppure, forse, chi ha soltanto sentito parlare di SSD, magari si è informato in maniera approfondita ma non ha mai assistito dal vivo ad un boost di performance apportato da un SSD, a mio avviso sarà sempre meravigliato al suo primo contatto diretto. Probabilmente perchè non immagina, a priori, tale incremento di prestazioni.

Autore di tali esperimenti dal vivo è Mr. Pasi Siukonen. Il simpatico Pasi ha mostrato due notebook, due modelli gemelli ed identici nell'hardware in tutto e per tutto eccetto per una cosa: la memoria di massa. Entrambi integranti Windows Seven, si differenziavano per la presenza di un hard disk tradizionale da 5400rpm (nel primo) ed un drive Kingston SSD V (nel secondo).

Diverse prove sul campo hanno dimostrato come un SSD velocizzi incredibilmente i tempi di boot e di spegnimento del sistema, il caricamento di videogame pesanti (è stato usato Crysis Demo nella prova), lo spostamento di grossi file (da 4GB, nel caso specifico) nonchè l'utilizzo di programmi di grafica (Picasa è stato in grado di ruotare un migliaio di fotografie ad alta risoluzione in metà del tempo nel notebook equipaggiato con l'SSD Kingston).

L'incontro termina dopo un'ora e trenta circa, con un simpatico omaggio da parte di Kingston: un SSDNow V Series. A breve realizzerò un articolo su tale drive, raffrontandolo con uno simile sempre targato Kingston. Novità in vista su InformaticaEasy, non perdetevele!

Kingston SSDNow V Series

Il meeting si è rivelato talmente interessante che era impossibile non continuare a scambiare idee con i rappresentanti Kingston dopo la sua conclusione ufficiale. Sia durante che dopo la conferenza, ho posto alcune domande a Mr. Pasi Siukonen. Vediamo com'è andata...

Le domande di InformaticaEasy...

Sostituzione completa degli HDD in favore degli SSD? No, secondo Pasi Siukonen. Durante una chiacchierata più informale tra me ed il Field Application Engineer ad incontro terminato, Pasi sottolinea, con un inglese piacevolmente tecnico e particolareggiato, che gli hard disk continueranno ad essere presenti nelle case di ognuno di noi ancora per molto tempo. In fondo, ricorda, chi di noi non conserva un disco in vinile e ritrova il piacere di un ascolto di musica "all'antica"? Difficile distaccarci dalle vecchie abitudini, quindi: la tecnologia avanza, ma ciò che è tecnologicamente superato permane, almeno marginalmente, nelle nostre vite.

Adozione di nuovi form factor, interfacce diverse? Mr. Siukonen ritiene che il futuro, sia nell'ambito home-office che enterprise, risieda l'interfaccia Serial ATA 3. Inutile quindi affidarsi a soluzioni PCI-Express, peraltro difficilmente configurabili in quanto, ad esempio, non pienamente compatibili con i BIOS delle motherboard. Inutile inoltre adottare form factor nativi da 3,5 pollici: i nuovi sforzi nello sviluppo dell'elettronica del silicio portano a processi produttivi sempre più ottimizzati, ciò significa che in futuro in drive da 2,5 pollici troveremo PCB integranti controller multipli e chip NAND più piccoli e di maggiore densità di memorizzazione dati.

Qual è la soluzione sul fronte dell'ottimizzazione degli SSD? Attualmente Kingston non offre un tool di Wiper manuale, tuttavia il Secure Erase di Intel permette di ripristinare le performance dell'unità a quelle di fabbrica. Per quanto concerne invece le funzionalità TRIM e Garbage Collection, esse sono dipendenti strettamente dal controller specifico impiegato. Le serie M ed E, essendo in fondo drive Intel X25-M ed X25-E, adottano già soluzioni particolari a tal proposito (la prima -G2- il TRIM e la seconda il trucco della "spare area").

 

Concludo nel ringraziare Raffaella Gerli e Cabiria Mimun di Citigate -PR per Kingston Technology- che hanno curato in maniera ottimale e particolareggiata tale evento al quale ho avuto la preziosa opportunità di prendere parte con interesse, attiva partecipazione ed entusiasmo.

Commenti (6)add comment
146
turbonetics_95: ...
vado anche io a queste conferenze se fanno questi regali smilies/grin.gif
1

novembre 26, 2009
62
admin: ...
Ma è mai possibile anche persino in eventi importanti e seri come questi dobbiate cogliere unicamente gli aspetti "materialisti"? smilies/grin.gif
2

novembre 26, 2009
146
turbonetics_95: ...
Dai scherzo.... cmq ottime domande!!!
3

novembre 26, 2009
0
carlo: ...
Quello che rimmarrà di questa ottima recensione è il regalo che vi hanno fatto, comunque io cercherò di imparare l'inglese, metto su un finto sito di hardware e verrò alla prossima conferenza.
Si è parlato di prezzi e di ssd sata 3 ?
4

novembre 27, 2009
146
turbonetics_95: ...
ma faranno gli x25-m G2 rimarchiati kingston?
5

novembre 27, 2009
62
admin: ...
@ Carlo: quello che rimarrà di questo report (non è una recensione) è un ricordo estremamente positivo che ha contribuito alla mia crescita personale, a quella del sito nonchè a rafforzare la già ottima collaborazione tra me e Kingston. P.S.: tra il dire e il fare... smilies/cheesy.gif

@turbo: certo! smilies/wink.gif
6

novembre 27, 2009

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: