chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!




Visits counters

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1490
mod_vvisit_counterIeri3050
mod_vvisit_counterQuesta settimana1490
mod_vvisit_counterScorsa settimana19653
mod_vvisit_counterQuesto mese52917
mod_vvisit_counterScorso mese86324
mod_vvisit_counterGlobali5978129

Siti Amici

Acquisizioni in campo HDD: a Seagate una grossa fetta di LaCie

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Seagate_LaCie

Seagate e LaCie hanno da poco annunciato di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione, da parte di Seagate, della quota di controllo di LaCie. In particolare, Seagate ha offerto a LaCie l’acquisto della quota di controllo del 64% detenuta dal CEO. Ma si guarda all'acquisizione totale.

Un accordo ormai stipulato quello tra Seagate e LaCie, la prima tra le quali acquisirà una grossa fetta azionaria della seconda e consentirà a Seagate, secondo quanto riportato nell'annuncio ufficiale, di "espandere ulteriormente la propria linea di prodotti e la capacità soddisfare le crescenti richieste del mercato Consumer Storage".

Nel caso ve la foste persa, Seagate Technology, player mondiale nel mercato degli hard disk e nelle soluzioni di storage, e LaCie, produttore di soluzioni di consumer storage, annunciano un accordo esclusivo firmato con l’intento per Seagate acquisire la quota di controllo in LaCie.

Seagate ha infatti offerto a Philippe Spruch, Chairman and CEO di LaCie, e ai suoi affiliati, di acquistare l’intero pacchetto azionario a loro riferito, che rappresenta il 64.5% del capitale azionario circolante per LaCie.  Seagate successivamente opererà un’offerta di acquisto per le restanti azioni presenti sul mercato.

Seagate avrebbe offerto a Mr. Spruch e ai suoi affiliati una cifra pari ad €4,05 per azione, meno una potenziale diminuzione dipendente dalle posizioni di credito/debito di LaCie al momento della chiusura della transazione.

Seagate_HDD_head

Al netto di fluttuazioni del costo finale di ogni singola azione, mantenendo la cifra di €4,05 Seagate di fatto liquiderebbe LaCie con 146 milioni di Euro (186 milioni di Dollari), cifra che includerebbe anche i ricavi netti fino al marzo di quest'anno.

La valutazione di €4,05 rappresenterebbe un valore superiore del 29% rispetto al valore medio di chiusura di ogni singola azone di LaCie calcolato sugli ultimi trenta giorni.

Parlando meno di finanza e più di "sostanza" per i clienti consumatori, la transazione combinerebbe due prodotti e portfolio tecnologici altamente complementari tra loro, aggiungendo ai prodotti per il mercato storage consumer di LaCie (che includono anche soluzioni interfaccianti con reti locali e software) quelli di Seagate. Il tutto, riporta il comunicato ufficiale, per "accelerare la crescita di Seagate nell'espandere il mercato dello storage inerente il segmento consumer, particolarmente in Europa e in Giappone, nonchè aggiungere nuove capacità ingegneristiche e di sviluppo e nuove relazioni con diversi rivenditori al dettaglio".

Nessuna informazione certa su che fine farà il team di LaCie, ma sicuramente Seagate sta lavorando da tempo anche in tal senso per definire, con l'Azienda della quale sta diventando maggior azionista, questi termini "collaterali". Il CEO di LaCie, Mr. Sprunch, si unirà a Seagate e dirigerà l'organizzazione dei prodotti di archiviazione per il mercato consumer.

 

La transizione avrà luogo nel terzo quadrimestre del 2012 dopo alcune approvazioni anche e soprattutto di carattere governativo: antitrust statunitense e tedesca nonchè approvazione dei finanziamenti esteri da parte del ministro francese di competenza. Dietro tutto, la mente di supporto di Morgan Stanley & Co.

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: